Bocconcini di soia con funghi cardoncelli e pomodori d’inverno


Con questo piatto voglio mettere in primo piano i funghi cardoncelli, che io prediligo nella mia cucina perché li trovo perfetti, sia per il loro sapore inconfondibile, sia per la loro consistenza soda e carnosa che rimane tale anche dopo la cottura.

In questa ricetta li ho accompagnati a dei bocconcini di soia, per farne un piatto proteico, e gli ho dato un tocco in più aggiungendo dei “pomodori appesi” (da ‘nzerta), vanto del nostro Sud, vale a dire quei pomodori che vengono conservati appesi, una tecnica che permette di mantenerli a lungo e consumarli d’inverno.

Ingredienti per 2 persone
250 g di funghi cardoncelli, 75 g di boccondini di soia disidratata, una decina di pomodori appesi, aglio, prezzemolo, timo, olio extravegine di oliva, tamari.

Ho reidratato i bocconcini di soia in acqua bollente condita con un cucchiaio di tamari. Li ho scolati e strizzati bene, una volta raffreddati.

Ho pulito i funghi e li ho affettati, ho sbucciato 2 spicchi di aglio, togliendo l’anima interna, lavato e tagliato in quattro i pomodori.

Ho fatto rosolare bene nell’olio e in una padella calda i bocconcini di soia: vanno fatti dorare e tostare bene, operazione questa che serve a renderli più appetibili, essendo insapori.

Ho aggiunto quindi l’aglio e i funghi, sale e timo fresco, chiuso con coperchio e lasciato che i funghi si ammorbidissero e cominciassero a rilasciare la loro acqua. Fiamma media.

Cotti i funghi, ho aggiunto i pomodori e ho continuato la cottura a fiamma media, sempre con il coperchio. I pomodori si devono ammorbidire e tutti gli ingredienti devono risultare amalgamati e cotti.

Alla fine, una spolverata di prezzemolo tritato e un giro di olio buono. Ho accompagnato il tutto con dei crostoni di polenta.