Fagiolini con formaggio di soia fritto


Questo piatto è solo una delle tante, splendide possibilità che offre la cucina vegetariana cinese, che io amo molto e da cui mi lascio spesso ispirare.

Il tofu fritto è anche un piatto della cucina macrobiotica.  Cucinato in questo modo, il tofu si conserva a lungo e si può usare nelle insalate miste, per arricchire zuppe di verdure, saltato con verdure e cereali, ma anche solo così, condito con salsa di soia, zenzero, cipollotto, ravanello tritato…

Io l’ho preparato con i fagiolini, perchè ne avevo un po’, cotti a vapore, molto al dente: accanto al tofu fritto, hanno trovato una giusta collocazione, ne è venuto fuori un piatto molto gradevole.

tofu-bis

Ingredienti
125 g di tofu in panetto, due manciate abbondanti di fagiolini lessati al dente o cotti a vapore, un cucchiaio di tamari, un cucchiaino di maizena, olio di semi di girasole, sale.

Ho lessato il tofu per 5 minuti in acqua bollente leggermente salata, poi l’ho messo tra due taglieri con un peso sopra, per eliminare l’acqua in eccesso.

Dopo un’oretta, ho tagliato il panetto in triangolini (va bene anche cubetti): ho scaldato un cucchiaio d’olio in una padella (o nel wok) e vi  ho immerso il tofu, facendolo rosolare bene da tutte le parti, girandolo continuamente con due spatole. Deve dorarsi bene.

Ho tolto il tofu dalla padella e l’ho messo a marinare in un cucchiaio abbondante di salsa di soia. Nel frattempo, ho tagliato i fagiolini in pezzetti lunghi un paio di cm e li ho messi nella padella del tofu, già scaldata con un cucchiaio d’olio.

Ho fatto rosolare i fagiolini per un minuto, circa, poi ho aggiunto nella padella il tofu con il suo eventuale sughino e, mescolando, ho aggiunto la maizena sciolta in due cucchiai di acqua. Ancora una mescolata e il piatto è pronto.

tofu-006R