Filoncini di farro alle noci


Ultimamente, ho sempre un bel cestino di noci sulla tavola. Così, quando gironzolo nei dintorni, non resisto, e giù a sgranocchiare.

E così, sgranocchia oggi e  sgranocchia domani, è nata l’idea di questi filoncini di farro…deliziosi.

foto-011R

Ingredienti
150 g di pasta madre appena rinfrescata, 350 g di farina di farro, 50 g di farina integrale, 275 g di acqua, 130 g di gherigli di noci grossolanamente tritati a coltello, 30 g di olio extravergine di oliva, un cucchiaino di malto d’orzo, 10 g di sale.

Ho preparato un lievitino la sera precedente, usando 150 g di lievito madre appena rinfrescato, 150 g di farina di farro, presa dal peso totale e 150 g di acqua tiepida. Ho coperto la terrina con uno strofinaccio e ho lasciato lievitare tutta la notte.

La mattina dopo ho trovato l’impasto, che è molto idratato, ben lievitato e pieno di bolle.
Ho aggiunto il resto dell’acqua per sciogliere bene il lievito e il malto, poi ho aggiunto l’olio e piano piano le farine, impastando per farle incorporare ed infine il sale.
Ho coperto la terrina e ho lasciato riposare il tutto per 5 minuti circa.

Trascorso il tempo, ho cominciato ad inserire nell’impasto le noci, stendendo e avvolgendo su se stessa la pasta sulla spianatoia.  Ho continuato poi ad impastare, dando dei giri di pieghe, finché non ho ottenuto una pasta liscia ed omogenea.

A questo punto ho messo l’impasto, ben coperto, a lievitare nel forno, lasciato  acceso per qualche minuto alla minima temperatura. Dopo un’ora e mezzo era già bello gonfio e giustamente lievitato.

Prima di dare la forma ai panini, gli ho dato due giri di pieghe, stendendolo a rettangolo e poi piegando uno sull’altro i due lati. Ho diviso poi l’impasto in pezzetti da 60 g circa e formato dei filoncini mignon. Sistemati sulla leccarda ricoperta di carta forno, li ho lasciati riposare per una mezz’ora.

Nel frattempo ho acceso il forno e l’ho portato alla temperatura di 200°. Ho spruzzato i panini con l’acqua (usando uno spruzzino per le piante) e li ho infornati fino a cottura e doratura. Mentre il pane cuoceva, nei primi 5 minuti, a intervalli regolari, ho continuare a spruzzare dentro al forno l’acqua con lo spruzzino.

foto-007R