Panini ai semi di lino e fiocchi d’avena


Questo pane nasce dall’esigenza di svuotare la dispensa da quei piccoli avanzi di frutta secca, semi oleosi, cereali… che giacciono in cerca di un perché. Ecco, ora il senso lo hanno trovato.

Panini da colazione, con un alto contenuto di fibre, energetici e nutrienti per l’uvetta, i semi di lino ed i fiocchi d’avena: non ultimo, il miele. Ottimi tagliati a metà e spalmati con la marmellata.

Ingredienti
per il lievitino: 150 g di pasta madre appena rinfrescata, 150 g di farina “0”, 150 g di acqua tiepida; per l’impasto: 300 g di farina integrale di frumento, 150 g di acqua, 80 g di fiocchi d’avena piccoli, 80 g di semi di lino, 50 g di uvetta, 30 g di miele di castagno, un cucchiaio di olio di semi, un cucchiaino scarso di sale.

Preparare il lievitino, sciogliendo nell’acqua tiepida la pasta madre appena rinfrescata, poi aggiungere la farina e lasciare riposare, ben coperto, per circa tre ore.

Sciogliere nell’acqua il lievitino, poi aggiungere il miele e l’olio, mescolando per amalgamare, poi  la farina, i fiocchi ed i semi. Non appena i vari gli ingredienti sono stati bene incorporati, cominciare ad impastare, con i consueti movimenti, stirando delicatamente ed riavvolgendo a palla la pasta ottenuta. Coprire bene l’impasto e lasciarlo lievitare fino al raddoppio, per circa tre ore. A metà del tempo di lievitazione, dare una serie di pieghe, stendendo l’impasto con le mani in una sorta di rettangolo e ripiegando al centro le due estremità.

Compiuta la lievitazione, dividere in dodici pezzi, da formare a filoncino. Sistemare i panini sulla placca rivestita di carta forno, fare un taglio verticale su ciascuno di essi, spruzzarli abbondantemente di acqua e ricoprirli di fiocchi d’avena. Lasciarli lievitare nel forno spento, appena intiepidito, per una mezz’ora.

Infine, cuocerli, in forno già caldo alla temperatura di 200°, inumidendo spesso le pareti del forno con lo spruzzino dell’acqua.

muesli-farcito