Panini all’olio


Leggeri e morbidi questi panini, adatti sia per accompagnare il pasto, che per essere farciti.

L’impasto è molto duttile, lo vedo bene anche come base per una focaccia chiusa, farcita di verdure.

Io li ho formati in maniera molto semplice, arrotolando delle strisce di pasta su se stesse, ma si posso fare anche delle treccine, dei nodini, delle chiocciole… Buoni e profumati.

panino-002R

Ingredienti
250 g di semola di grano duro, 250 g di farina di frumento di tipo “0”, 150 g di pasta madre appena rinfrescata, 30 g di olio extravergine di oliva, 10 g di sale, un cucchiaino di miele, 350 g circa di acqua tiepida.

Ho sciolto il lievito madre nell’acqua tiepida, insieme al miele, poi ho incorporato le farine, poco alla volta, infine il sale. Ho inserito l’impasto nella macchina del pane e ho avviato il programma “impasto”. Appena ha cominciato ad incordare, ho aggiunto l’olio.

Al termine del programma, dopo circa un’ora e mezzo, ho tirato fuori l’impasto, molto morbido, l’ho steso con le mani in una sorta di rettangolo e ho piegato le due parti esterne verso il centro. Poi ho ripetuto l’operazione ancora una volta e l’ho lasciato crescere, ben coperto, per un’altra ora e mezza.

A questo punto, ho formato i panini: ho staccato dei pezzi di pasta che ho steso sulla spianatoia infarinata, formando come delle lingue, che ho arrotolato su se stesse. Ho adagiato i panini sulla leccarda ricoperta di carta forno, li ho spennellati con un’emulsione di acqua e olio e li ho lasciati ancora lievitare per una mezz’ora.

Prima di infornarli, alla temperatura di 200°, ho praticato un taglio con le forbici su ciascun panino.
Li ho spennellati ancora con l’emulsione e li ho lasciati cuocere e dorare. All’inizio della cottura, ad intervalli brevi, per un paio di volte, ho umidificato il forno, con uno spruzzino per le piante.
Dopo dieci minuti, ho portato il forno alla temperatura di 180°.