Piccoli strudel al tarassaco


L’autunno si è appena affacciato, ma le giornate non hanno ancora perso i colori della tarda estate e neanche il calore. Passeggiando in mezzo alla natura, ho trovato delle piante di tarassaco bellissime, tenere e non ho potuto resistere alla voglia di raccoglierle.

Ne ho fatto un ripieno per dei piccoli strudel salati, davvero deliziosi, semplicissimi da preparare. E’ inutile dire che le varianti del ripieno sono infinite.

strudel

Ingredienti
Per la pasta strudel: 200 g di farina di farro, 50 g di farina integrale di frumento, 15 g di olio extravergine di oliva, 1 cucchiaino di sale fino, 50 ml circa di acqua calda. Per il ripieno: 400 g circa di tarassaco selvatico (in alternativa bietolina o cicoria catalogna, o altra verdura a piacere), 1 spicchio d’aglio, peperoncino, sale fino.

Pulire e lavare il tarassaco, poi sbollentarlo in acqua bollente salata. Scolarlo e ripassarlo in padella con olio, uno spicchio d’aglio e peperoncino a piacere.

Preparare l’impasto con le farine, l’olio, il sale e tanta acqua calda sufficiente ad ottenere un impasto dalla giusta consistente, morbido, ma non appiccicoso. Lavorarlo bene sulla spianatoia leggermente infarinata, poi stenderlo sottilmente con la macchinetta per la pasta, se si possiede, altrimenti con il matterello.

Tagliare la pasta in rettangoli, farcirli con una giusta dose di verdura, poi richiuderli a pacchetto.

Sistemare i piccoli strudel su una placca foderata di carta forno e in passarli in forno già caldo alla temperatura di 200°, fino a doratura.

strudbis